image

Archiverde srl

Via Lecco, 33 - 22030 Eupilio (CO)

Lun/Ven 8 - 12, 14 - 18

Sab e Dom - CHIUSO

Innaffiare il prato durante l'estate: COME E QUANDO

innaffiare-prato-estate

Innaffiare il prato durante l’estate: COME E QUANDO

Con l’estate, il caldo torrido e l’afa è necessario mantenere innaffiato il prato del giardino affinché sia verde, in salute e rigoglioso: un vero spettacolo per gli occhi.
Le radici dell’erba del tappeto erboso sono molto corte e non possono rifornirsi d’acqua in profondità, di conseguenza è necessaria un’irrigazione artificiale che tenga conto del clima, della stagione, dell’umidità, del terreno.
Ovvio è che, nel periodo estivo, il prato o tappeto erboso avrà maggiormente bisogno di acqua rispetto alle altre stagioni.


Il momento migliore per innaffiare il prato

Da giugno fino a metà settembre il momento migliore per bagnare il prato è alla mattina presto perché ci sono minori sbalzi termici tra terreno ed acqua.
L’innaffiatura del terreno deve essere tale da garantire e reintegrare la riserva idrica sotterranea, per cui l’acqua deve penetrare nel terreno per 15/30 cm.
In questo modo le radici dell’erba si allungano verso il basso, entrando in profondità, migliorando la stabilità e la crescita del tappeto erboso.

La regola è poche volte, tanta acqua.

Per determinare il corretto fabbisogno idrico del prato bisogna tenere in considerazione due fattori: la stagione e la tipologia di terreno.


La tipologia di terreno

C’è una sostanziale differenza che influisce sulla quantità d’acqua da somministrare per un prato a seconda che il terreno sia argilloso oppure sabbioso.

Nel caso di un terreno argilloso, l’acqua viene trattenuta e l’asciugatura è molto lenta.
Nel caso di un terreno sabbioso, invece, è più drenante, non trattiene l’acqua e questa penetra velocemente. L’asciugatura sarà quindi più veloce.
Di conseguenza, se il terreno è molto sabbioso il prato dovrà essere irrigato più frequentemente.

Importante sottolineare come nell’acqua siano presenti residui minerali e calcare che rovinano il tappeto erboso, motivo per cui è sempre consigliato eseguire almeno una volta al mese trattamenti con prodotti biostimolanti a base di acidi umici.
Gli acidi umici stimolano l’attività microbica del terreno e permettono alle radici di avere gli elementi minerali di cui hanno bisogno.

Se vuoi una consulenza dettagliata o installare impianti di irrigazione ad hoc per il tuo giardino, non esitare a contattarci, siamo a tua disposizione!

 

 

 

Immagine copertina: Shutterstock

Serve Aiuto? Chatta con noi ;)
Loading...